Amiche vespe

Le vespe hanno da sempre una cattiva reputazione. Sono simili alle api eppure fortemente detestate. Le vespe meritano, al contrario, di essere apprezzate secondo uno studio condotto dai ricercatori dell’UCL e dell’Università dell’East Anglia.

«L’avversione verso le vespe è in gran parte dovuta alla diffusa ignoranza sul loro importante ruolo negli ecosistemi e su come possono essere utili per l’uomo» spiega Seirian Sumner, autore principale dello studio pubblicato su Biological Reviews .

Le vespe, infatti, sono i migliori predatori di altri insetti rendendo la loro funzione di biocontrollo preziosa per l’agricoltura perché proteggono i raccolti. Le specie di vespe solitarie tendono, ad esempio, ad avere un alto grado di specializzazione nel cacciare specifici insetti e quindi possono essere adatte per la ‘gestione’ di un particolare parassita. Se si considera che l’impollinazione da parte degli insetti è vitale per l’agricoltura, i ricercatori hanno individuato vespe capaci di ‘visitare’ 960 specie di piante. 

Lo studio ha descritto anche altri usi preziosi per questi tanto odiati insetti come i farmaci derivati dal veleno e dalla saliva ​​della vespa poiché hanno proprietà antibiotiche.

http://dx.doi.org/10.1111/brv.12719