Anguria, buona ma soprattutto sana

Estate vuol dire anche anguria. Un frutto sempre benvenuto nella tavola degli italiani.

«La frutta è sempre importante in una dieta sana e sono molti i benefici dell’anguria per la salute, la combinazione dei suoi nutrienti la rende davvero speciale» spiega Tim Allerton, ricercatore della Louisiana State University a Baton Rouge in un articolo pubblicato su American Heart Association News.

L’anguria contiene circa il 92% di acqua ed è una ricca fonte di minerali come potassio e magnesio, vitamine C e A e ha discrete quantità di vitamine B1, B5 e B6. Mangiandone una coppetta, l’apporto calorico è di solo 46,5 calorie. Dove l’anguria spicca davvero è nella concentrazione di alcuni antiossidanti, che regolano i radicali liberi dannosi per le cellule. Il licopene, che conferisce all’anguria il suo colore rossastro, è uno di questi antiossidanti e funziona anche come antinfiammatorio. È più abbondante nei prodotti a base di pomodoro cotto, ma i livelli di licopene dell’anguria sono circa il 40 per cento superiori rispetto ai pomodori crudi. L’anguria è, inoltre, ricca di un amminoacido chiamato citrullina, che, ad esempio, legata alla produzione di ossido nitrico, è importante per la salute dei vasi sanguigni. Anche se questo salutare frutto contiene zucchero naturale e un alto indice glicemico presenta un basso carico glicemico. E questo aiuta il senso di sazietà.

https://www.heart.org/en/news/2021/07/01/watermelon-is-a-summertime-staple-but-whats-hidden-behind-the-sweetness