E se l’ansia fosse colpa della tiroide?

L’ansia è una compagna di viaggio per moltissime persone. E non sempre la causa è da ricercare nelle difficoltà della vita o nel proprio carattere. Per molti adulti l’ansia potrebbe essere il campanello d’allarme di un problema alla tiroide. La notizia viene da uno studio presentato al congresso virtuale della Società Europea di Endocrinologia da Juliya Onofriichuk dell’Ospedale di Kiev in Ucraina, che ha coinvolto 56 pazienti con disturbi d’ansia e attacchi di panico.

Lo studio ha scoperto che le persone che soffrono di ansia potrebbero anche avere un’infiammazione nella ghiandola tiroidea che potrebbe essere ridotta con un antinfiammatorio non steroideo.

«L’ansia può avere un grave impatto sulla qualità della vita delle persone e sulla capacità di lavorare e socializzare, e i farmaci anti-ansia non hanno sempre un effetto duraturo. Gli esami attuali per i disturbi d’ansia di solito si concentrano sulla disfunzione del sistema nervoso e non tengono conto del ruolo del sistema endocrino che, invece, può svolgere un ruolo importante. E’ importante aiutare i pazienti con ansia a ricevere un trattamento più efficace e a migliorare la funzione tiroidea perché tutto questo potrebbe avere un effetto positivo a lungo termine sulla loro salute mentale.» spiega Juliya Onofriichuk.

Fonte: Thyroid inflammation linked to anxiety disorders