Helicobacter pylori e demenza

La ricerca di un possibile legame tra deficit cognitivo e infezione da Helicobacter pylori è al centro di studi da diverso tempo. Esperti della China Academy of Chinese Medical Sciences in una ricerca pubblicata su Aging-US sono arrivati alla conclusione che l’infezione da Helicobacter pylori può essere associata ad un aumento del rischio di demenza per tutte le cause, ma non di Alzheimer.

I tipi più comuni di demenza sono il morbo di Alzheimer e la demenza vascolare, che rappresentano rispettivamente il 60%-70% e il 30%. Attualmente, ci sono più di 50 milioni di persone con demenza in tutto il mondo, e questo numero aumenterà a 152 milioni entro il 2050. Inoltre, anche le infezioni, il diabete, l’ipertensione e l’ictus possono contribuire alla comparsa della demenza.

I dati emergenti hanno dimostrato che l’infezione da diversi agenti patogeni importanti può essere un fattore di rischio per il deterioramento cognitivo, la demenza e l’Alzheimer in particolare. L’infezione cronica da Helicobacter pylori è un induttore diretto di gastrite cronica, ulcere peptiche e cancro gastrico. È interessante notare che l’Helicobacter pylori è stato anche identificato come un fattore di rischio per le malattie non gastrointestinali, come le malattie neurodegenerative, compresa la demenza per tutte le cause e l’Alzheimer.

Prove precedenti suggeriscono che l’infezione da Helicobacter pylori sia un motore del declino cognitivo. Il potenziale legame tra l’infezione da Helicobacter pylori e la demenza è stato indagato da diversi studi ma i risultati non erano concordi.

«Le nostre revisioni sistematiche e meta-analisi suggeriscono che l’infezione da Helicobacter pylori può essere associata ad un aumento del rischio di demenza per tutte le cause, ma non di Alzheimer. La ricerca futura sul meccanismo patogenetico tra le due malattie può portare allo sviluppo di nuove terapie. Le implicazioni cliniche risiedono nel mantenimento della vigilanza contro la demenza nei pazienti anziani infettati da H. pylori, e nella diagnosi precoce e nel trattamento medico tempestivo dei pazienti con Helicobacter pylori attraverso un approccio multidisciplinare» spiega Hao Li, autore dello studio.

https://www.aging-us.com/article/203571/text

IT-NON-05942-W-11/2023