La proteina della paternità

Il segreto della paternità si chiama ‘NELL2’ ed è una proteina che permette la corretta maturazione degli spermatozoi all’interno dell’epididimo, un condotto che aiuta a trasportare e conservare lo sperma. In mancanza di questa proteina gli spermatozoi restano immaturi e non sono capaci di muoversi. Quando gli spermatozoi entrano nell’epididimo non sono mobili e non sono in grado di fecondare. E’ nel loro passaggio attraverso l’epididimo che avviene la loro maturazione, probabilmente proprio grazie alle proteine, prodotte in precedenza dal testicolo, che agiscono sull’epididimo dando il via al processo di maturazione. L’infertilità maschile sembra quindi derivare dalla mancanza di comunicazione tra testicolo ed epididimo e quindi dalla mancanza di questa proteina.

Lo studio è stato coordinato dagli esperti del Baylor College of Medicine e pubblicato sulla rivista Science.

«Questi risultati hanno importanti implicazioni per la ricerca diagnostica e terapeutica sull’infertilità maschile e sullo sviluppo di un contraccettivo maschile» spiegano gli autori dello studio Martin Matzuk e Masahito Ikawa.

Fonte: NELL2-mediated lumicrine signaling through OVCH2 is required for male fertility

IT-NON-02617-W-07/2022