Lo specchio e l’ansia da appuntamento

Guardarsi allo specchio e non piacersi è una preoccupazione frequente negli adolescenti ma anche nei giovani adulti. Un problema che può incidere, anche in modo importante, sui rapporti sociali. Una ricerca della Anglia Ruskin University (ARU) pubblicata su Body Image ha evidenziato come i giovani adulti che sono più concentrati e preoccupati per il loro aspetto hanno maggiori probabilità di soffrire di ansia quando escono insieme. Lo studio è il più grande mai intrapreso sull’immagine corporea e l’ansia da appuntamento, che è definita come l’angoscia associata alle interazioni con potenziali partner romantici.

Poiché le relazioni interpersonali giocano un ruolo così importante nello sviluppo sociale ed emotivo dei giovani adulti, i ricercatori ritengono che interventi mirati potrebbero essere utilizzati per aiutare a ridurre l’ansia nei contesti di appuntamenti e avvertono anche che l’ansia da appuntamento può portare a vari problemi di salute mentale e comportamentali.

«I nostri risultati suggeriscono che avere una fissazione malsana con l’aspetto è associato con l’ansia sociale del fisico, e quelli con alti livelli di ansia sociale del fisico sono più timorosi di valutazioni negative da parte degli altri in contesti di appuntamenti, e sono anche più propensi a sperimentare una maggiore angoscia sociale quando interagiscono con potenziali partner romantici.  Uscire con qualcuno può essere particolarmente difficile per questi individui, ed è più probabile che evitino situazioni e attività in cui il loro corpo e il loro aspetto possono essere esaminati, come i primi appuntamenti. Questi problemi sono tutt’altro che banali per i giovani adulti.  Sappiamo che livelli significativi di ansia e angoscia da appuntamento possono portare a vari problemi di salute mentale e comportamentali, come una minore autostima, uno sviluppo sessuale più povero, sentimenti di solitudine, una mancanza di fiducia e assertività, e inibizione nel cercare relazioni romantiche» spiega Viren Swami, autore principale dello studio.

https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S1740144521001285