Quando fa caldo, occhio agli alimenti

In estate, soprattutto quando fa molto caldo, basta dimenticare un piatto fuori dal frigo o sbagliare qualche preparazione ed ecco che gli alimenti si contaminano con il rischio di andare incontro a gastroenteriti e intossicazioni alimentari soprattutto nei bambini.

Per questo il Ministero della Salute, invitando a fare particolare attenzione alla preparazione e alla conservazione dei cibi, ha preparato qualche consiglio utile che è bene tenere a mente:

Per evitare tali rischi occorre osservare alcune semplici regole:

  • rispettare rigorosamente la data di scadenza del prodotto o quella entro la quale è preferibile il consumo
  • lavarsi sempre le mani prima di procedere alla preparazione dei cibi
  • lavare bene la frutta, le verdure e tutti cibi che si consumano crudi, facendo attenzione che non vengano a contatto con altri alimenti o con piani di lavoro sporchi per evitare il rischio di contaminazione crociata
  • consumare i cibi cotti nel più breve tempo possibile
  • evitare di lasciare cibi deperibili (es. latte, latticini, dolci a base di crema, carne, pesce etc.) a temperatura ambiente, ma conservarli in frigorifero
  • quando si conservano i prodotti alimentari nel frigorifero è consigliabile:
    – seguire le istruzioni riportate sulle confezioni per le modalità di conservazione
    – conservare preferibilmente gli alimenti cotti in compartimenti separati e lontani da quelli crudi; è consigliabile utilizzare appositi contenitori, per evitare che alimenti diversi vengano a contatto fra di loro; ad esempio evitare di tenere il pesce assieme alle carni
  • nel caso di alimenti congelati o surgelati controllare le indicazioni riportate sulle confezioni relative alla temperatura di conservazione del prodotto; ricordare che i cibi scongelati non possono essere più ricongelati

E nel caso di gastroenterite, il consiglio è quello di reintegrare i liquidi persi bevendo quantità adeguate di soluzione reidratante orale, a piccoli sorsi se c’è anche vomito; evitando cibi molto grassi, bevande molto zuccherate, integratori per lo sport e succhi di frutta. E comunque sempre seguendo le indicazioni del medico, soprattutto nel caso dei bambini.

https://www.salute.gov.it/portale/caldo/dettaglioFaqCaldo.jsp?lingua=italiano&id=98

IT-NON-05292-W-09/2023