Alti livelli di colesterolo e trigliceridi: la prevalenza tra chi ha infezione da HIV

Uno studio americano ha valutato la prevalenza di livelli elevati di colesterolo e trigliceridi tra le persone con infezione da HIV. E dal momento che questa manifestazione rappresenta un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari, secondo gli autori, aumentare l’educazione e intervenire per modificare lo stile di vita sarebbero utili a prevenire l’aumento dei livelli di colesterolo e trigliceridi tra le persone con HIV. Lo studio, pubblicato su AIDS Research and Therapy, è stato guidato da Justin Buendia, del Texas Department of State Health Service di Austin, in Texas (USA).

I ricercatori americani hanno raccolto dati da 981 persone con infezione da HIV, sulle quali sono stati valutati i livelli di colesterolo e trigliceridi attraverso diagrammi medici, l’uso di farmaci o i livelli nel sangue dei due composti.

Dai risultati è emerso che la prevalenza di elevati livelli di colesterolo o trigliceridi era del 41%. Inoltre, rispetto alle persone con HIV sotto i 40 anni quelle tra 40 e 50 anni avevano il 57% in più di probabilità di avere colesterolo e trigliceridi elevati, i cinquantenni avevano il 64% in più e quelle over 60 avevano il 62% in più di probabilità di avere alti livelli delle due molecole. Infine, i partecipanti sovrappeso e obesi avevano una probabilità, rispettivamente, del 41% e del 30% più elevata di avere elevati livelli di colesterolo o trigliceridi rispetto alle persone con HIV, ma di peso normale.

 Fonte: AIDS Research and Therapy 2022

https://aidsrestherapy.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12981-022-00467-y

IT-NON-07737-W-09/2024