Artrite reumatoide: la dieta antinfiammatoria come terapia adiuvante

Presso il Dipartimento di Medicina Interna e Nutrizione Clinica, Sahlgrenska Academy dell’Università di Gothenburg in Svezia, dei ricercatori hanno svolto una ricerca al fine di comprendere gli effetti di una dieta antinfiammatoria sull’artrite reumatoide (AR).

Lo scopo dello studio ADIRA (Anti-inflammatory Diet in Rheumatoid Arthritis) era di verificare se una dieta ricca di acidi grassi omega-3, fibre alimentari, antiossidanti e probiotici, rispetto a una dieta di controllo simile a una tipica dieta svedese ad alto contenuto di acidi grassi saturi, ma con proporzioni di proteine, grassi totali e carboidrati in linea con le raccomandazioni, potesse agire come terapia adiuvante e ridurre l’attività della malattia nei pazienti affetti dalla patologia autoimmune.

Lo studio crossover in singolo cieco ha coinvolto 50 pazienti colpiti da AR, i quali sono stati assegnati in modo casuale a seguire per 10 settimane i seguenti regimi alimentari:


1) Dieta di intervento, con alimenti antinfiammatori


2) Dieta di controllo, simile all’apporto dietetico generale in Svezia

A seguito del periodo di washout, durato 4 mesi, i partecipanti hanno cambiato dieta.
L’esito primario misurava la modifica del DAS28-ESR; gli esiti secondari, le variazioni delle componenti separate del DAS28-ESR e cambiamenti del DAS28-CRP.

Nell’analisi principale non si riscontravano differenze significative nel DAS28-ESR, tra i periodi di intervento e di controllo (P = 0,116). Mentre, nelle analisi non aggiustate, il DAS28-ESR era significativamente ridotto durante e dopo il periodo di intervento rispetto al periodo di controllo nei partecipanti che avevano completato entrambe le fasi (n = 44; mediana: 3,05; IQR: 2,41, 3,79 rispetto alla mediana: 3,27; IQR: 2,69, 4,28; P = 0,04, Wilcoxon’s Signed Rank test). Gli autori non riscontravano differenze significative, invece, per gli l’endopoint secondari.

Pertanto, questo studio indicherebbe gli effetti positivi di una dieta antinfiammatoria proposta come terapia adiuvante nei pazienti con AR. In futuro, occorrerà effettuare ulteriori analisi per determinare se questa dieta possa indurre miglioramenti rilevanti nell’attività della malattia.

Fonte: Vadell AKE, Bärebring L, Hulander E, Gjertsson I, Lindqvist HM, Winkvist A. Anti-inflammatory Diet In Rheumatoid Arthritis (ADIRA)-a randomized, controlled crossover trial indicating effects on disease activity. Am J Clin Nutr. 2020 Jun 1;111(6):1203-1213. doi: 10.1093/ajcn/nqaa019. PMID: 32055820; PMCID: PMC7266686.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32055820/

IT-NON-07236-W-06/2024