Associazione tra la dieta microbica sulfurea e il rischio di cancro del colon-retto

Studi recenti hanno associato i batteri che metabolizzano lo zolfo, e che lo riducono in idrogeno solforato, al cancro del colon-retto (CRC). Tuttavia, ad oggi le ricerche che studiano l’associazione tra dieta e batteri che metabolizzano lo zolfo sono piuttosto carenti.


Gli esperti si sono quindi imposti l’obiettivo di sviluppare un punteggio dietetico correlato ai batteri che metabolizzano lo zolfo nell’intestino ed esaminare la sua associazione con il rischio di CRC.


Tra i 214.797 partecipanti sono stati documentati 3.217 casi incidenti di CRC; la dieta microbica a base di zolfo, sviluppata in un sottocampione di 307 uomini e 212 donne, era caratterizzata da elevate assunzioni di bevande caloriche, patatine fritte, carni rosse e carni lavorate e, invece, da un basso apporto di frutta, verdure gialle, cereali integrali, legumi, verdure a foglia e verdure crocifere. 


In ogni caso, anche dopo l’aggiustamento per altri fattori di rischio, una maggiore aderenza alla dieta microbica a base di zolfo è stata associata a un aumento del rischio di CRC. Quando valutata da sottosedi anatomiche, una maggiore aderenza alla dieta microbica a base di zolfo è stata positivamente associata al CRC distale, ma non al cancro del colon prossimale.


Quindi, l’adesione alla dieta microbica a base di zolfo è stata associata ad un aumento del rischio di CRC, suggerendo un potenziale ruolo di mediazione dei batteri nell’associazione tra dieta e CRC. Sono tuttavia necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati e per determinare i meccanismi sottostanti.


Fonte: Jama

IT-NON-05945-W-11/2023