Attività fisica riduce rischio nefropatie

Le persone che fanno molta attività fisica potrebbero avere meno probabilità di sviluppare nefropatie croniche rispetto alle loro controparti più sedentarie, come emerge da uno studio condotto su quasi 200.000 soggetti da Xiang Qian Lao dell’Università Cinese di Hong Kong, secondo cui l’esercizio fisico regolare potrebbe mitigare il deterioramento della funzionalità renale correlato all’invecchiamento ed il rischio di sviluppare patologie croniche a livello renale.

Le nefropatie sono fra le principali cause di mortalità e disabilità nel mondo, in parte in quanto le persone che ne sono affette tendono a presentare problemi circolatori ed un incremento del rischio di attacchi cardiaci ed ictus.

Per quanto gli studi precedenti abbiano dimostrato che l’esercizio può ridurre il rischio di cardiopatie, non era sinora chiaro se esso aiutasse a prevenire anche il danno renale.

Per quanto gli studi precedenti abbiano dimostrato che l’esercizio può ridurre il rischio di cardiopatie, non era sinora chiaro se esso aiutasse a prevenire anche il danno renale.

Per quanto la funzionalità renale possa diminuire gradualmente con l’età, essenzialmente i soggetti con uno stile di vita sano tendono a mantenere una buona funzionalità renale per tutta la vita, mentre quelli che fumano, sono obesi o presentano un’anamnesi familiare di problemi renali, o che presentano cardiopatie, hanno maggiori probabilità di sviluppare nefropatie croniche.

I dati del presente studio sono importanti per i pazienti in quanto l’attività fisica è un elemento facilmente modificabile.

Tipicamente si raccomanda che gli adulti effettuino almeno 150 minuti di attività aerobica di intensità moderata o 75 minuti di esercizio vigoroso alla settimana. Nel presente studio i soggetti che effettuavano più attività fisica camminavano poco più di un’ora al giorno, oppure andavano a correre 2 ore alla settimana, mentre quelli con livelli più bassi di attività fisica camminavano per meno di 15 minuti al giorno. 

Fonte: Br J Sports Med online 2020