Autismo e pregiudizi

Secondo gli psicologi dell’Università del Texas a Dallas promuovere la comprensione e l’accettazione dell’autismo tra le persone non affette aiuta a ridurre i pregiudizi sull’autismo, che restano comunque difficili da superare.


Il loro studio, pubblicato dalla rivista Autism, ha coinvolto 328 partecipanti che sono stati suddivisi in tre gruppi. Alcuni hanno seguito un corso di formazione sull’accettazione dell’autismo contenente informazioni fattuali e coinvolgenti narrazioni in prima persona; altri hanno seguito un corso generale sulla salute mentale in cui i disturbi dello spettro autistico non venivano menzionati. Il terzo gruppo non ha seguito nessun corso.


Successivamente è stato chiesto ai partecipanti di rispondere a un sondaggio sull’autismo. Dopo il corso di formazione sull’autismo le persone avevano un’impressione più positiva degli adulti autistici e avevamo meno pregiudizi e stigma verso i pazienti, con maggiori aspettative riguardo alle abilità di chi soffre della patologia. Hanno espresso un maggiore interesse sociale per le persone autistiche ipotetiche e reali.



Tuttavia, la formazione non ha avuto effetto sui pregiudizi impliciti, con adulti non autistici che associavano etichette correlate all’autismo con attributi personali spiacevoli indipendentemente dalle condizioni di allenamento.



Quindi, secondo i ricercatori, un programma del genere potrebbe portare a una riduzione dei pregiudizi espliciti ma non impliciti delle persone verso l’autismo.


Fonte: Autism