Barriera cutanea debole e assorbimento delle sostanze chimiche

La capacità della nostra pelle di proteggerci dalle sostanze chimiche è qualcosa che abbiamo ereditato. Alcune persone sono meno protette, il che potrebbe comportare un aumento del rischio di essere colpiti da malattie della pelle o cancro.

Un nuovo studio svedese mostra come il tasso di assorbimento di sostanze chimiche comuni sia più veloce nelle persone con una barriera cutanea geneticamente più debole.


Siamo continuamente esposti a sostanze provenienti da fonti diverse: cibo, prodotti per l’igiene, cosmetici e tessuti, sostanze chimiche sul posto di lavoro.


La filaggrina è una proteina importante per la struttura e l’equilibrio dell’umidità della pelle, proprietà che influenzano la capacità della pelle di funzionare come barriera contro le sostanze chimiche.

Ricerche precedenti avevano indicato che le variazioni ereditarie delle sequenze di Dna per la filaggrina significano che alcune persone hanno una “protezione della barriera” meno buona che porta a un maggiore assorbimento di sostanze chimiche.

Questo potrebbe implicare anche un maggior rischio di essere colpiti da cancro o da varie malattie della pelle.


Questa variazione genetica è relativamente comune nel nord Europa e si verifica quando uno dei genitori ha la predisposizione genetica in questione.


I ricercatori hanno dimostrato in un nuovo studio che questa variazione genetica porta a un assorbimento molto più veloce di tre sostanze chimiche comuni attraverso la pelle.


Hanno esaminato 500 persone in Svezia: i partecipanti sono stati esposti a una dose innocua di tre sostanze chimiche sulla loro pelle per quattro ore
Le sostanze utilizzate erano un pesticida, un filtro Uv usato nella protezione solare e un idrocarburo che si trova, per esempio, nel fumo della legna da ardere.


I ricercatori hanno calcolato la velocità di assorbimento e la dose nel corpo con l’aiuto di campioni di urina prelevati dai partecipanti durante un periodo di 48 ore.


Tra i risultati, per esempio, è stata trovata una dose doppia di pesticida nelle persone con la mutazione rispetto a quelle senza. Il fatto che la pelle assorba una maggiore quantità di certe sostanze chimiche come risultato di una variazione genetica potrebbe significare che chi possiede questa mutazione potrebbe essere a maggior rischio di malattie come il cancro o un disturbo ormonale.


Ora il prossimo passo è indagare se la mutazione influenzi anche l’assorbimento di altre sostanze chimiche nella pelle, per capire se queste mutazioni portano a malattie causate da sostanze chimiche.


Fonte: Environmental Health Perspectives

IT-NON-03794-W-01/2023