BCC della testa e del collo: chirurgia micrografica Mohs o escissione standard?

Dei ricercatori dell’University of Leeds, del Hull University Teaching Hospitals e del Nottingham City Hospital siti in Gran Bretagna, hanno condotto una revisione sistematica e meta-analisi al fine di confrontare quantitativamente gli esiti dell’escissione standard (SE) e della chirurgia micrografica di Mohs (MMS) per il carcinoma basocellulare (BCC).

A tal fine, sono stati inclusi 5 studi che hanno arruolato fino a 2060 lesioni.
L’endopoint primario era il tasso di recidiva per il BCC primario e ricorrente; i secondari includevano il costo del trattamento, i risultati estetici, il tasso di escissione incompleta e la dimensione del difetto chirurgico a seguito dell’escissione.

I risultati, pubblicati nel 2021 su Cureus, hanno evidenziato una differenza statisticamente significativa tra i gruppi MMS e SE, sia in termini di tasso di recidiva per i BCC primari (odds ratio (OR) = 0,44, intervallo di confidenza (IC)= 0,16 a 0,97, P = 0,04), che per i BCC ricorrenti (OR=0,33, IC=0,12 a 0,97, P = 0,04). Per quanto concerne gli esiti secondari, la MMS ha avuto risultati migliori rispetto alla SE. L’unica nota negativa: il costo medio.

In conclusione, sia i BCC primari che quelli secondari trattati con la MMS presentavano un ridotto tasso di ricaduta e una minore dimensione del difetto. Tuttavia, si ritiene che a causa dei costi e dei tempi operativi più elevati attribuiti alla MMS, essa dovrebbe essere riservata ai BCC ad alto rischio.

Fonte: Alsaif, A., Hayre, A., Karam, M., Rahman, S., Abdul, Z., & Matteucci, P. (2021). Mohs Micrographic Surgery Versus Standard Excision for Basal Cell Carcinoma in the Head and Neck: Systematic Review and Meta-Analysis. Cureus, 13(11), e19981. https://doi.org/10.7759/cureus.19981

IT-NON-06865-W-04/2024