Cancro al polmone: tre sottotipi di tumore nei non fumatori

I ricercatori del National Cancer Institute hanno analizzato le firme molecolari dei tumori polmonari di pazienti che non avevano una storia di fumo. Hanno così identificato tre sottotipi di tumore, il cui studio può portare allo sviluppo di trattamenti più efficaci per questi pazienti. I risultati sono stati pubblicati dalla rivista Nature Genetics.


“Ci sono diversi sottotipi di cancro ai polmoni nei non fumatori che hanno caratteristiche molecolari e processi evolutivi distinti”, spiega l’epidemiologa Maria Teresa Landi, che ha guidato lo studio. “In futuro potremmo essere in grado di sviluppare trattamenti diversi in base al sottotipo”.


La maggior parte delle persone con cancro ai polmoni ha una storia di fumo, mentre il 10- 20% dei pazienti non ha mai fumato. Il cancro del polmone nei non fumatori si verifica più frequentemente nelle donne e in età più precoce rispetto al cancro del polmone nei fumatori. I fattori di rischio ambientale, come l’esposizione al fumo passivo di tabacco, il radon, l’inquinamento atmosferico e l’amianto, o l’aver avuto precedenti malattie polmonari, possono spiegare alcuni tumori polmonari tra i non fumatori, ma non tutti.


In questo studio epidemiologico, i ricercatori hanno sequenziato l’intero genoma del tumore (carcinoma polmonare non a piccole cellule) e dei tessuti sani di 232 pazienti non fumatori. Hanno scoperto che la maggior parte dei genomi tumorali dei non fumatori portava firme mutazionali associate a danni da processi endogeni. Come previsto, i ricercatori non hanno trovato alcuna firma mutazionale precedentemente associata all’esposizione diretta al fumo di tabacco.


Le analisi genomiche hanno anche rivelato tre nuovi sottotipi di cancro ai polmoni nei non fumatori. Il sottotipo predominante “piano” ha il minor numero di mutazioni e sembra essere associato all’attivazione di cellule progenitrici. Questo sottotipo di tumore cresce molto lentamente, nel corso di molti anni, ed è difficile da trattare perché può avere molte mutazioni driver differenti. Il sottotipo “mezzo-forte” presenta specifici cambiamenti cromosomici e mutazioni nel gene del recettore del fattore di crescita EGFR, che è comunemente alterato nel cancro del polmone e mostra una crescita tumorale più rapida. Il sottotipo “forte” è caratterizzato da un raddoppiamento dell’intero genoma, un cambiamento genomico che si osserva spesso nei tumori polmonari dei fumatori. Anche questo sottotipo di tumore cresce rapidamente. 


Fonte: Nature Genetics

IT-NON-05366-W-09/2023