Carcinoma gastrico: qualità della vita assente in molti studi clinici

Ormai il compito della medicina, ciò a cui si tende nella ricerca di soluzioni terapeutiche, non è, o non dovrebbe essere solo curare da una malattia, come il cancro, ma anche garantire, dopo il trattamento (o anche durante) una buona qualità della vita. 

Ciononostante, molti trial clinici condotti negli ultimi anni per valutare l’efficacia di farmaci per il carcinoma gastrico, non prendono in considerazione tra gli endpoint la qualità della vita.

È quanto emerge da uno studio condotto da un gruppo di ricerca del Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale dell’Università di Bologna, presentato in occasione dell’ESMO World Congress on Gastrointestinal Cancer.Gli autori hanno selezionato 46 studi di fase 3, pubblicati tra il 2010 e il 2019 da 7 importanti riviste medico-scientifiche in cui venivano testati farmaci antitumorali per il carcinoma gastrico.

Circa la metà delle pubblicazioni non considerava la qualità della vita tra gli endpoint. Comunque i ricercatori hanno notato che con il tempo questo parametro è stato preso sempre più in considerazione, evidenziando una differenza tra le pubblicazioni del periodo 2010-2015 (il 50% considerava la qualità della vita) e il periodo 2016-2019 (il 60%). Per quanto riguarda gli articoli sul tumore metastatico si è verificata una tendenza inversa: la qualità della vita veniva valutata nel 65% degli studi tra il 2010 e il 2015 e nel 59% degli studi negli anni successivi.

Gli strumenti più comuni utilizzati per la valutazione della qualità di vita nei pazienti erano i questionari EORTC QLQ-C30 (88% degli studi) ed EORTC QLQ-STO22 (56%).

I ricercatori concludono dunque che “nonostante una generale tendenza alla diminuzione dell’esclusione della QoL (Quality of Life) dalle misure oncologiche degli ultimi cinque anni, la QoL non è stata valutata o pubblicata in molti studi di fase III sul cancro gastrico, inclusi studi condotti in ambito metastatico e studi senza scopo di lucro”. Inoltre la metodologia dell’analisi QoL è eterogenea per tipo di strumenti, metodo di analisi e presentazione dei risultati. Quindi “vi è un forte bisogno di definizione di QoL per supportare il processo decisionale terapeutico e aiutare i clinici nella gestione ottimale dei pazienti con carcinoma gastrico”.

Fonte: ESMO World Congress on Gastrointestinal Cancer

IT-NON-02596-W-07/2022