Carcinoma polmonare non a piccole cellule: resezione a cuneo vs lobectomia/segmentectomia

Il carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) è una neoplasia polmonare maligna che origina dai tessuti epiteliali in seguito a esposizione a determinati agenti cancerogeni (per esempio fumo di sigaretta, radiazioni, contaminanti ambientali) capaci di causare molteplici alterazioni genetiche.


Negli ultimi decenni la chirurgia è diventata un metodo sempre più utilizzato nel trattamento di questo tumore, soprattutto se individuato precocemente e quindi ancora in fase iniziale.


Gli esperti hanno quindi voluto provare a strutturare una meta-analisi bayesiana atta a confrontare la sopravvivenza globale (OS), la sopravvivenza libera da malattia (DFS) e la sopravvivenza libera da recidiva (RFS) in seguito a due tipologie di tecniche operate in fase iniziale per il trattamento del NSCLC: la resezione a cuneo e la lobectomia/segmentectomia.


Attraverso Web of Science, PubMed, MEDLINE, Cochrane Library, EMBASE, CNKI e WanFang è stata raccolta una serie di studi selezionata secondo i criteri stabiliti e, invece, la meta-analisi bayesiana è stata eseguita con la combinazione dei risultati di sopravvivenza riportati dei singoli studi utilizzando un modello a effetti casuali. Dopodiché OS, DFS e RFS del gruppo resezione a cuneo sono stati confrontati con il gruppo lobectomia/segmentectomia. Inoltre, attraverso il metodo Kaplan-Meier sono stati estratti  e calcolati i dati relativi all’hazard ratio (HR) e all’errore standard.


I risultati hanno evidenziato come il rapporto di rischio di OS aggregato tra segmentectomia e lobectomia fosse di 1.1, l’HR aggregato tra lobectomia e resezione a cuneo di 0,71 e l’HR aggregato tra segmentectomia e cuneo di 0,80. L’HR associato a DFS o RFS non si è rivelato statisticamente significativo tra i tre approcci chirurgici.


Quindi, i pazienti che presentavano NSCLC in fase iniziale e che hanno ricevuto lobectomia, hanno mostrato il più basso hazard ratio di OS rispetto ai pazienti sottoposti a resezione a cuneo, indicando quindi che la sopravvivenza globale dei pazienti sottoposti a lobectomia era superiore rispetto ai pazienti sottoposti a resezione a cuneo. Tuttavia, per quanto riguarda DFS e RFS, i tre approcci chirurgici non hanno evidenziato differenze significative.


Fonte: Annals of Surgical Oncology

IT-NON-05570-W-10/2023