Carico tumorale e rischio di mortalità nel carcinoma mammario metastatico

Il ruolo del coinvolgimento dei linfonodi e delle dimensioni del tumore nella malattia metastatica, incluso il cancro al seno, non è chiaro. In uno studio pubblicato dalla rivista npj precision oncology, i ricercatori del National Cancer Institute hanno studiato l’impatto delle metastasi nodali e dello stadio T sul rischio di mortalità in una popolazione di pazienti con carcinoma mammario metastatico (35.812 pazienti) i cui dati erano stati raccolti nel database del programma Surveillance, Epidemiology, and End Results (SEER) degli Stati Uniti.

Hanno trovato un’associazione tra mortalità per tutte le cause e coinvolgimento dei linfonodi regionali, indipendentemente dalle misurazioni clinico-patologiche note. Il numero di linfonodi positivi, il coinvolgimento della parete toracica  e la dimensione dei tumori mammari hanno mostrato un significato simile per la mortalità specifica per cancro al seno nella popolazione e per la mortalità per tutte le cause nei sottotipi HR+/HER2), HR+/HER2+, HR/HER2+ e triplo negativo.

Gli autori concludono osservando che il coinvolgimento nodale e lo stadio T sono fattori di rischio indipendenti per la mortalità nella popolazione di pazienti con carcinoma mammario metastatico de novo.

Fonte: Yang, S.X., Hewitt, S.M. & Yu, J. Locoregional tumor burden and risk of mortality in metastatic breast cancer. npj Precis. Onc. 6, 22 (2022).

https://doi.org/10.1038/s41698-022-00265-9

IT-NON-06887-W-04/2024