Carie: gestione profonda nei denti posteriori

Dal momento che la conservazione della vitalità pulpare nei denti permanenti immaturi con lesioni cariose profonde è essenziale per consentire l’ulteriore sviluppo radicolare e la chiusura apicale, gli esperti hanno ritenuto necessario svolgere una revisione sistematica con lo scopo di valutare le evidenze relative all’efficacia, al successo clinico-radiografico e ai risultati batteriologici delle tecniche e dei materiali utilizzati per la gestione della carie profonda nei denti immaturi vitali.

Inizialmente sono state consultate le banche dati elettroniche PubMed, Medline, Embase, LILACS, CENTRAL e Cochrane Library, seguite da una ricerca manuale, che hanno permesso di includere studi controllati randomizzati che hanno valutato la Vital Pulp Therapy (VPT) per la carie profonda nei denti permanenti posteriori immaturi senza storia di pulpite irreversibile. Dopodiché, le caratteristiche e gli esiti di tutti gli studi inclusi sono stati riassunti. Lo strumento Risk-of-bias 2.0 di Cochrane è stato utilizzato per valutare la qualità degli studi eleggibili ed è stata eseguita una meta-analisi utilizzando un modello a effetti casuali.

I 12 lavori inclusi nella revisione hanno mostrato percentuali di successo complessive del 98% per la cappetta pulpare diretta (DPC), del 93,5% per la cappetta pulpare indiretta (IPC) e del 93,6% per la pulpotomia (PP). Indipendentemente dalla tecnica VPT, non sono state riscontrate differenze significative tra i tassi di successo clinico e radiografico. Inoltre, il completamento dello sviluppo radicolare è stato raggiunto in più dell’83% dei casi in tutte le tecniche di VPT.

Tutte le modalità di trattamento della PP si sono perciò rivelate ugualmente efficaci, con tassi di successo complessivi elevati. La biodentina ha mostrato alti tassi di successo indipendentemente dalla tecnica e non sono state riscontrate differenze significative nei tassi di successo clinico e radiografico tra i vari intervalli di follow-up. Non ci sono conclusioni chiare sulla superiorità di una delle due tecniche di VPT sulla chiusura apicale.

Journal of Dentistry – https://doi.org/10.1016/j.jdent.2022.104214

https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0300571222002706?via%3Dihub

IT-NON-07556-W-09/2024