Carie infantile precoce: fattori di rischio perinatali e metabolici

E’ stato condotto uno studio allo scopo di esaminare la correlazione fra carie infantile precoce e fattori di rischio perinatali e metabolici in un campione di bambini in età prescolare.

Sono stati presi in considerazione 208 bambini, seguiti dalla nascita sino all’età di 6,5 anni. I bambini nati da moderatamente a tardivamente pretermine e quelli nati di basso peso per l’età gestazionale avevano maggiori probabilità di presentare carie infantile precoce all’età di 5 anni.

La presenza di fattori di rischio metabolici, in base ai livelli di monitoraggio IDEFICS, non differivano fra i bambini con o senza carie, ma è stata riscontrata una correlazione statisticamente significativa fra i livelli glicemici a digiuno ed il numero di denti cariati o otturati.

La nascita pretermine o di basso peso per l’età gestazionale, incrementa dunque il rischio di carie infantile precoce, ed i bambini in età prescolare con carie presentano maggiori livelli glicemici a digiuno ma nessun altro segno della sindrome metabolica. 

Fonte: Acta Paediatr online 2020