CD89 e CD35 nei neutrofili salivari, marcatori carie grave infantile

E’ stato condotto uno studio allo scopo di analizzare il rapporto fra l’espressione di CD35 e CD89 sulla superficie dei neutrofili come marcatore per il rilevamento precoce della carie infantile grave.

Sono stati prelevati campioni salivari da bambini di 4-6 anni che frequentavano un asilo infantile. Nei bambini privi di carie, l’espressione di CD89 era significativamente inferiore rispetto a quanto riscontrato in quelli con carie infantile precoce grave, ed anche l’espressione di CD35 seguiva un profilo simile, per quanto la differenza fra i due gruppi fosse meno pronunciata.

Le differenze di espressione di CD89 e CD35 dunque costituiscono un marcatore significativo per la carie infantile precoce grave. 

Fonte: Eur J Dent online 2020