Chi soffre di ansia e depressione ha una sensibilità pulpare maggiore

Ansia e depressione influenzano significativamente la percezione della sensibilità pulpare e quindi del dolore relativo ai denti, secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical and Experimental Dentistry.

“Vista l’importanza dei test di sensibilità pulpare nel processo decisionale clinico e l’impatto dei fattori psicologici sui risultati dei test, in questo studio abbiamo valutato le risposte della polpa dentale ai test di sensibilità pulpare (cioè, freddo ed elettricità) in pazienti con ansia e depressione” spiega Narges Farhad-Mollashahi, della Zahedan University of Medical Sciences, Iran, primo nome dello studio.

I ricercatori hanno studiato 90 persone di età compresa tra 20 e 30, di cui 30 sane e 60 con ansia e depressione, sulla base del questionario Symptom Checklist 90-R. I test di sensibilità della polpa sono stati eseguiti sui denti mandibolari laterali. I risultati del test con il freddo sono stati registrati sulla base del punteggio del dolore della scala analogica visiva (VAS) (0 nessuna risposta, 10 dolore peggiore). Il test della polpa con elettricità è stato eseguito utilizzando un tester digitale della polpa. È stata registrata la corrente più bassa che ha stimolato una risposta pulpare.

L’intensità del dolore del test con freddo era significativamente più alta nei pazienti con ansia e depressione rispetto ai soggetti sani, ed era significativamente associata alla gravità delle patologie di base. Inoltre, il test con corrente ha mostrato la necessità di una corrente significativamente inferiore nei pazienti con ansia e depressione rispetto ai soggetti sani e anche in questo caso con associazione alla gravità della patologia.

Fonte: J Clin Exp Dent. 2022 May 1;14(5):e380-e384. doi: 10.4317/jced.59242. eCollection 2022 May

 (https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35582351/)

IT-NON-07092-W-05/2024