CKD: sei modelli clinici per la previsione della malattia cronica

La malattia renale cronica (CKD) è ad oggi responsabile di grandi oneri per la salute personale e per la società. Lo screening delle popolazioni a più alto rischio di insufficienza renale cronica è certamente efficace per iniziare un trattamento precoce e rallentare la progressione della malattia, perciò, gli esperti hanno voluto convalidare esternamente modelli di previsione clinica per CKD sconosciuta che potrebbero essere utilizzati nello screening della popolazione.

Sono quindi stati validati 6 modelli di rischio per la previsione di CKD utilizzando solo parametri non invasivi. I dati di convalida provenivano da 4.185 partecipanti allo studio tedesco Heinz-Nixdorf-Recall (HNR), grazie ai quali è stato possibile stimare la discriminazione e la calibrazione utilizzando le informazioni complete del modello e poi sono state calcolate le proprietà diagnostiche applicando gli algoritmi di punteggio pubblicati dei modelli.

I modelli di rischio utilizzavano da 4 a 9 parametri, con età e ipertensione incluse in tutti i modelli. Cinque valori  su sei variavano da 0,71 a 0,73, indicando un’equa discriminazione e i valori predittivi positivi variavano dal 15 al 19%, mentre i valori predittivi negativi erano > 93% utilizzando soglie di punteggio che risultavano in valori di sensibilità e specificità superiori al 60%.

In conclusione, la maggior parte dei modelli predittivi di CKD selezionati mostra un’equa discriminazione nella popolazione generale tedesca. Le proprietà diagnostiche stimate indicano che i modelli sono adatti per identificare le persone a più alto rischio di insufficienza renale cronica senza procedure invasive.

Fonte: BMC Nefrologia

https://bmcnephrol.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12882-022-02899-0

IT-NON-07552-W-09/2024