Colecistectomia: procedura robotica e laparoscopica hanno risultati sovrapponibili

I risultati clinici nella colecistectomia elettiva assistita da robot rispetto alla colecistectomia laparoscopica per patologia benigna sono simili e, nel complesso, i tassi di complicanze sono bassi, secondo uno studio pubblicato su Systematic Reviews.


“Stiamo assistendo a una rapida adozione di procedure di chirurgia generale assistita da robotica, in particolare per la colecistectomia, mentre rimangono dubbi sui suoi benefici e sull’utilità. Volevamo confrontare l’efficacia clinica della colecistectomia assistita da robot per la gestione della malattia benigna della colecisti confrontandolo con l’approccio laparoscopico” spiega Rivfka Shenoy, del Greater Los Angeles Healthcare System, e della University of California, Los Angeles, che ha guidato il gruppo di lavoro.


I ricercatori hanno eseguito una ricerca bibliografica e hanno trovato 44 studi che soddisfacevano i criteri di inclusione. Quattro erano studi randomizzati controllati e quattro hanno utilizzato l’abbinamento della propensione.


L’analisi dei dati ha mostrato che il tempo in sala operatoria è stato più lungo con la tecnica assistita da robot nella maggior parte degli studi (range 11-55 min per 22 studi; 15 studi non hanno mostrato differenze; ​​due studi hanno mostrato tempi laparoscopici più brevi), mentre i tassi di conversione e le complicanze intraoperatorie non sono stati diversi.


Non sono state rilevate differenze per la durata della degenza, l’infezione del sito chirurgico o i ricoveri ripetuti.


Gli esperti sottolineano che saranno necessari più studi di alta qualità per permettere che la tecnica assistita da robot si espanda a malattie della colecisti più complesse, dove la sua utilità può rivelarsi sempre più vantaggiosa.


Fonte: Systematic Reviews

IT-NON-04552-W-04/2023