Colesterolo HDL e il rapporto con il colesterolo totale sono associati al tipo di placca coronarica

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Lipidology, esiste una forte associazione tra bassi livelli di colesterolo lipoproteico ad alta densità (C-HDL) e aumento del rapporto tra colesterolo totale e colesterolo HDL (TC/HDL) e alcuni tipi di caratteristiche delle placche coronariche, indipendentemente dai fattori di rischio tradizionali.

“Mentre gli studi sulla popolazione hanno dimostrato che il colesterolo HDL e il rapporto tra colesterolo totale e il colesterolo HDL migliorano la previsione del rischio cardiovascolare, il meccanismo con cui questi parametri proteggono il sistema cardiovascolare rimane incerto” spiega Venkat Manubolu, dello Harbor-UCLA Medical Center, primo nome dello studio.

I ricercatori hanno voluto studiare la relazione tra il livello di HDL-C e il rapporto colesterolo totale/HDL e la morfologia della placca coronarica, determinata mediante angiografia con tomografia computerizzata coronarica (CCTA). Per questo hanno valutato i dati di 190 soggetti con malattia coronarica stabile, utilizzando un software di analisi della placca semiautomatico per quantificare la placca e i volumi della placca presentati come volume dell’ateroma totale normalizzato (TAVnorm). Sono stati utilizzati modelli di regressione multivariata per valutare l’associazione del rapporto HDL-C e TC/HDL con i volumi della placca coronarica.

Dopo aggiustamento per i fattori di rischio cardiovascolare, HDL-C (>40 mg/dl) è risultato inversamente associato a placche fibrose, fibrose grasse, e a bassa attenuazione (LAP) (p = 0,007), placca completamente non calcifica (TNCP) e volume totale della placca (TP). Inoltre, il rapporto TC/HDL (> 4,0) è associato a placca fibrosa completamente non calcifica, ma non a placche fibrose grasse, LAP, placca calcificata densa o volume TP.

“I risultati di questo studio suggeriscono prove meccanicistiche a sostegno del ruolo protettivo delle HDL-C e della rilevanza clinica del rapporto TC/HDL nella gestione della malattia coronarica” concludono gli autori.

Fonte: J Clin Lipidol. 2022 Jun 19;S1933-2874(22)00177-5. doi: 10.1016/j.jacl.2022.06.003.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35778256/

IT-NON-07371-W-07/2024