Comparto sanità. Aran: “Speriamo contratto si possa chiudere in ottobre. Su dirigenza medica invece è tutto fermo”


A fornire un nuovo aggiornamento è il presidente dell’Aran Antonio Naddeo: “Per quanto riguarda il Contratto della sanità, l’Aran ha già risposto alla seconda nota di rilievi del MEF e se la risposta sarà soddisfacente il contratto potrà essere portato in Consiglio dei ministri per l’approvazione.

“Per quanto riguarda il Contratto della sanità, l’Aran ha già risposto alla seconda nota di rilievi del MEF e se la risposta sarà soddisfacente il contratto potrà essere portato in Consiglio dei ministri per l’approvazione. Successivamente dovrà essere trasmesso alla Corte dei conti per la certificazione della compatibilità economica e finanziaria (entro 15 giorni). A seguito della certificazione il contratto potrà essere sottoscritto definitivamente ed entrare in vigore. Speriamo che ciò possa avvenire nel mese di ottobre”. Ad affermarlo è il presidente dell’Aran Antonio Naddeo che fornisce ulteriori aggiornamenti sull’iter.

“Per quanto riguarda i contratti delle aree della dirigenza è tutto fermo. L’Aran non ha ricevuto alcun atto di indirizzo da parte del Governo e dai Comitati di settore. Probabilmente il primo atto di indirizzo che arriverà sarà quello dei medici”, conclude Naddeo.

IT-NON-07731-W-09/2024