Conoscere meglio i melanociti potrebbe portare a trattamenti più mirati nel melanoma

Alcuni ricercatori hanno generato il primo “atlante” dei melanociti umani situati in tutto il corpo. Analizzando i dati, gli esperti hanno scoperto che ci sono diversi tipi di melanociti, compreso quello che sembra essere la cellula di origine del melanoma acrale, un sottotipo di melanoma che colpisce soprattutto le persone di colore. I ricercatori prevedono che queste scoperte porteranno a trattamenti più mirati per questa forma tumorale.


Il melanoma, la forma più mortale di cancro della pelle, ha origine nei melanociti, le cellule che danno colore alla pelle e la proteggono dai raggi del sole. Si pensava che i melanociti fossero intercambiabili, ma nello studio i ricercatori hanno notato che non tutti i melanociti rispondono ai segnali delle cellule circostanti nello stesso modo. Se i melanociti dello stesso pezzo di pelle rispondono in modo diverso agli stessi stimoli, questo potrebbe significare che ci sono effettivamente diversi tipi di melanociti.


Il team ha iniziato a studiare più a fondo i melanociti umani, esaminandoli attraverso diversi stadi di sviluppo, invecchiamento, sedi anatomiche, sesso e tonalità della pelle. Mentre la maggior parte degli studi ha utilizzato melanociti che erano solo simili a quelli umani, qui l’attenzione è rimasta interamente sui melanociti umani. Insieme, i ricercatori hanno generato la prima mappa dei melanociti presenti nel corpo umano, fotografandoli attraverso le fasi dello sviluppo cellulare.


Oltre ad aver individuato il possibile melanocita da cui si originerebbe il melanoma acrale, i ricercatori hanno trovato i geni specifici associati alle variazioni di tonalità della pelle in una sola persona, non legate all’esposizione al sole; hanno identificato i geni che segnano i melanomi in progressione che hanno meno probabilità di rispondere ai trattamenti e hanno scoperto i geni che rendono unici i melanociti umani.


Gli esperti hanno infatti confermato che ci sono diversi tipi di melanociti che non solo sono associati a diverse caratteristiche biologiche corrispondenti a specifiche regioni della pelle, ma danno anche origine a diversi tipi di melanoma.


I ricercatori stanno ora pianificando una ricerca di follow-up, che comprenda anche lo sviluppo di modelli in vivo e in vitro specifici per il melanoma acrale per iniziare lo screening di terapie specifiche per questa forma tumorale.


Fonte: Nature Cell Biology

IT-NON-05421-W-09/2023