Coronaropatie: reazione cerebrale a stress connessa a dolore toracico

La reazione cerebrale allo stress potrebbe rappresentare un importante fattore contribuente al dolore toracico nei pazienti con coronaropatie.

Per quanto siano necessarie ulteriori ricerche, questi dati potrebbero potenzialmente spostare il paradigma secondo cui l’angina viene valutata rifocalizzando la valutazione clinica e la gestione dello stress psicologico in aggiunta ai tradizionali esami cardiaci, come affermato da Kasra Moazzami della Emory University di Atlanta, autore dello studio condotto su 148 pazienti che ha portato a queste conclusioni..

Gli studi precedenti hanno collegato lo stress mentale all’ischemia mediante test da stress nucleari, mentre il presente studio è stato l’unico a verificare l’attività cerebrale associata allo stress mentale, ed è stato in grado di correlarla con l’angina.

Le prossime ricerche andrebbero effettuate su popolazioni maggiormente diversificate, dato che le donne in particolare erano sotto-rappresentate nello studio, ed accertare il ruolo che gli interventi per lo stress possano svolgere a livello di sintomi anginosi ed attività cerebrale. Sino alla disponibilità di altri studi, comunque, è importante considerare lo stress mentale nel valutare i sintomi anginosi nel paziente.

Fonte: Circ Cardiovasc Imaging online 2020

IT-NON-02751-W-09/2022