Covid: Andreoni, ‘a scuola sì quarantena ridotta e solo per vicini a positivo’

‘La variante Delta è molto rapida e si manifesta nei primi 5 giorni da contatto con positivo’


L’ipotesi di una revisione del protocollo per le quarantene degli studenti, limitandole ai soli compagni di banco dell’alunno Covid-positivo e accorciando i giorni dell’isolamento, “si può fare perché la variante Delta” di Sars-CoV-2 “è molto rapida e si manifesta nei primi 5 giorni dal contatto con il virus. In questo lasso di tempo la probabilità di essere stati contagiati è del 95%, mentre subito dopo scende moltissimo”. Lo afferma all’Adnkronos Salute Massimo Andreoni, primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit).


“E’ chiaro che dovrà essere isolato chi è stato più a contatto con il positivo – aggiunge l’esperto – quindi il compagno di banco o i vicini, ma poi andrei anche a controllare se ci sono state attività fuori dalla classe magari durante la ricreazione. Sappiamo che la vita scolastica non si trascorre solo in aula, ma anche fuori, quindi sarei attento anche nel ricostruire i contatti del caso positivo”.

Fonte: Adnkronos Salute

IT-NON-05478-W-09/2023