Cuffia dei rotatori: reflusso influenza rigidità articolare

La rigidità postoperatoria della spalla a seguito della riparazione artroscopica della cuffia dei rotatori (RC) è stata riportata con un’incidenza variabile e ne sono stati descritti numerosi fattori di rischio preoperatori: è stato dunque condotto uno studio retrospettivo atto a documentare l’incidenza della rigidità postoperatoria della spalla e valutare il ruolo dei fattori di rischio preoperatori nello sviluppo di questa complicazione, con particolare riguardo per il rolo del reflusso gastroesofageo.

Sono stati presi in considerazione 237 pazienti: l’incidenza della rigidità postoperatoria della spalla è stata dell’8,02%. La presenza del reflusso risulta significativamente associata allo sviluppo di questa complicazione, mentre età avanzata, sesso maschile e numero di gravidanze sono emersi come fattori protettivi.

La presenza del reflusso gastroesofageo dunque influenza significativamente lo sviluppo della rigidità postoperatoria della spalla delle riparazioni artroscopiche della RC in un’unica fase: le ipotesi che potrebbero spiegare questa associazione precedentemente ignota comprendono una condizione proinfiammatoria di base aspecifica caratterizzata da un’incremento dell’espressione di TNF-alfa e beta, oppure disordini nel metabolismo dei retinoidi. L’incidenza documentata dei casi di rigidità postoperatoria della spalla era fra i range precedentemente riportati, e le donne ne risultano significativamente più colpite rispetto agli uomini. 

Fonte: Shoulder Elbow Surg 2020

IT-NON-02737-W-07/2022