DA: alcune comorbilità legate a una malattia più grave

I pazienti con dermatite atopica (DA) e sensibilizzazione agli allergeni comuni, bassi livelli di IgM o una storia di impetigine, sono a rischio di malattia più gravi e, pertanto, necessitano di maggiore attenzione, cura meticolosa della pelle, gestione proattiva e trattamento delle comorbilità, secondo uno studio pubblicato su Advances in Dermatology and Allergology.

“La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cutanea pruriginosa cronica. È associata ad atopia, barriera cutanea compromessa, infezioni cutanee e molte altre comorbilità” afferma Vojko Berce, dello University Medical Centre Maribor, in Slovenia, che ha diretto il gruppo di lavoro. “Abbiamo voluto identificare comorbilità e fattori di rischio che influenzano la gravità di tale patologia nei bambini” prosegue.

I ricercatori hanno condotto uno studio trasversale che ha coinvolto 52 bambini con nuova diagnosi di dermatite atopica. La gravità della malattia è stata valutata con lo strumento clinico SCORing Atopic Dermatitis (SCORAD). Sono stati determinati i livelli sierici di triptasi, zinco, selenio e immunoglobuline A, G, M ed E (IgA, IgG, IgM e IgE totali), nonché gli anticorpi E specifici per gli allergeni (IgE) per gli allergeni più comuni. I campioni di DNA del sangue venoso sono stati sottoposti a screening per le mutazioni più comuni nel gene della filaggrina.

L’età media dei pazienti era di 30 mesi. L’indice SCORAD mediano nei pazienti con atopia era 47,8, rispetto a 27,2 nei pazienti non atopici. Abbiamo anche riscontrato uno SCORAD mediano significativamente più alto di 61,2 nei pazienti con bassi livelli sierici di IgM rispetto a 34,9 nei pazienti con livelli sierici di IgM normali. Una storia di impetigine è stata anche associata a uno SCORAD mediano più alto di 56,2 rispetto a 34,0 nei pazienti senza impetigine.

Fonte: Postepy Dermatol Alergol. 2022

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/36090737/

IT-NON-07655-W-09/2024