Dentifricio a base di erbe e sale di bambù vs dentifricio convenzionale

Attualmente l’inclusione di agenti antibatterici a base di erbe nella composizione dei dentifrici sta diventando sempre più popolare, a causa dei minori effetti collaterali. Perciò, un gruppo di ricercatori iraniani ha condotto uno studio allo scopo di indagare l’efficacia antibatterica di un dentifricio a base di erbe contenente sale di bambù sui batteri cariogenici orali.

La ricerca, secondo un disegno clinico randomizzato parallelo in doppio cieco, è stata condotta su 60 studenti di età compresa tra i 18 e i 30 anni; dopo il campionamento della saliva di base, i partecipanti sono stati dapprima assegnati in modo casuale ai gruppi di controllo, per utilizzare rispettivamente il dentifricio a base di erbe al sale di bambù e il dentifricio non a base di erbe (convenzionale) e, poi, sono stati istruiti a lavarsi i denti due volte al giorno usando la tecnica Bass. Il campionamento della saliva è stato ripetuto dopo quattro settimane e le conte salivari di Streptococcus mutans e Lactobacillus – al basale e al follow-up a 4 settimane – sono state determinate e presentate come log CFU/mL.

I risultati hanno evidenziato come, a fronte dell’utilizzo di entrambi i dentifrici, fosse presente una significativa diminuzione dello Streptococcus mutans salivare e del Lactobacillus. La differenza tra l’efficacia antibatterica dei due tipi di dentifricio su Streptococcus mutans e Lactobacillus non è risultata però statisticamente significativa.
Pertanto, a causa dell’efficacia comparabile del dentifricio a base di erbe con il dentifricio convenzionale, l’aggiunta di sostanze naturali alla composizione dentifricia si qualifica potenzialmente come agente complementare per le procedure di igiene orale di auto-cura.

BMC Salute orale – https://doi.org/10.1186/s12903-022-02224-z

(https://bmcoralhealth.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12903-022-02224-z)

IT-NON-07130-W-05/2024