Depressione maggiore: differenze fra i sessi nei biomarcatori

L’identificazione di biomarcatori associati alla depressione maggiore offre la grande promessa di sviluppare un test di laboratorio obiettivo per questa patologia ma gli attuali biomarcatori mancano di potenza discriminativa per via del complesso background biologico, e non molto è noto sull’influenza dei potenziali fattori modificanti come il sesso.

E’ stato effettuato un primo studio sulla potenza discriminativa dei biomarcatori per la depressione maggiore indagando le differenze fra i sessi nei livelli dei biomarcatori stessi. Su 28 biomarcatori, 21 risultavano significativamente diversi fra i sessi. 

E’ stato applicato un approccio statistico innovativo per investigare l’effetto del sesso della classificazione patologica della depressione maggiore mediante un pannello di biomarcatori.

Sono stati identificati 11 biomarcatori negli uomini e 8 nelle donne, 3 dei quali erano attivi in entrambi i sessi.

La stratificazione in base al sesso ha causato un incremento non significativo dell’area sotto la curva (AUC) per entrambi i sessi.

E’ stato infine dimostrato che sussistono differenze nei livelli dei biomarcatori fra uomini e donne, e queste differenze potrebbero avere un impatto sull’accurata classificazione della depressione maggiore se non si tiene conto del sesso dei pazienti. 

Fonte:Int J Mol Sci 2020