Dermatite atopica: nessuna associazione con esposizione precoce agli antibiotici

Come riportato in uno studio pubblicato su Expert Review of Clinical Pharmacology, non esisterebbe alcuna associazione significativa tra l’esposizione precoce agli antibiotici nei bambini e la successiva insorgenza di dermatite atopica. “Secondo alcuni studi, l’esposizione agli antibiotici può essere associata alla dermatite atopica. Noi abbiamo cercato di esaminare il rischio di sviluppare tale patologia tra i bambini esposti precocemente agli antibiotici” spiega Anna Cantarutti, dell’Università di Milano-Bicocca, prima autrice dello studio.

Per meglio chiarire la situazione, i ricercatori hanno utilizzato i dati del database italiano Pedianet, concentrandosi sui bambini di età compresa tra 0 e 14 anni nel periodo 2004-2017 e seguendoli dalla nascita fino ad almeno un anno. Hanno quindi utilizzato i modelli a rischio proporzionale di Cox per stimare gli hazard ratio (HR) per l’associazione tra l’esposizione agli antibiotici durante il primo anno di vita con la dermatite atopica incidente.

Nella coorte finale sono stati inclusi 73.816 bambini, di cui 34.202 avevano ricevuto almeno una prescrizione di antibiotici. La dermatite atopica incidente era presente nell’8% dei bambini non esposti ed esposti. Gli esperti hanno visto che l’esposizione precoce agli antibiotici non è stata associata ad alcun eccesso di rischio di dermatite atopica rispetto ai bambini non esposti, e che non è stato osservato alcun effetto dose-risposta. Nell’analisi temporale, l’esposizione agli antibiotici è stata significativamente associata all’insorgenza di dermatite atopica, ma, se si tiene conto del lasso di tempo tra l’esposizione e l’esito, i rischi sono progressivamente diminuiti, suggerendo un possibile bias protopatico.

Expert Rev Clin Pharmacol. 2022 Jun 20. doi: 10.1080/17512433.2022.2092471.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35723891/

IT-NON-07304-W-06/2024