Diabete di tipo 1 e COVID-19 acuiscono le disparità nella salute

Secondo uno studio pubblicato dal Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, i pazienti di colore non ispanici con diabete di tipo 1 e COVID-19 hanno quasi quattro volte più probabilità di recarsi in ospedale per la chetoacidosi diabetica (DKA) rispetto ai bianchi non ispanici.


“Sappiamo che il diabete di tipo 2 è un fattore di rischio per esiti peggiori del COVID-19, ma non conosciamo bene la situazione per il diabete di tipo 1. Questo studio ci ha permesso di capire meglio la situazione determinando anche le disuguaglianze razziali nella DKA per questi pazienti” spiega Kathryn Sumpter, dello University of Tennesse Health Science Center, co-autrice dello studio.


Precedenti studi hanno dimostrato che COVID-19 colpisce in modo sproporzionato gruppi di minoranze etniche con tassi più elevati di infezione e morte. Si è visto anche che gli stessi gruppi minoritari con diabete di tipo 1 hanno un rischio aumentato di DKA e una maggiore mortalità associata. A causa di questi fattori di rischio esistenti, è fondamentale capire come COVID-19 e il diabete di tipo 1 interagiscano e influenzino gli esiti per queste persone.


I ricercatori hanno esaminato 180 pazienti con diabete di tipo 1 e COVID-19 confermato in laboratorio in 52 centri per valutare i casi di DKA e determinare se le minoranze avessero un rischio aumentato quando controllati per sesso, età, assicurazione medica e ultima misurazione di emoglobina glicata.


Ebbene, l’analisi dei dati ha mostrato che i pazienti di colore non ispanici con COVID-19 e diabete di tipo 1 hanno un rischio aggiuntivo di DKA, e che i soggetti di colore non ispanici hanno maggiori probabilità di recarsi in ospedale con DKA e COVID-19 (55%) rispetto ai bianchi non ispanici (13%). Gli ispanici hanno probabilità quasi due volte maggiori di presentarsi in ospedale con DKA rispetto ai bianchi non ispanici, ma questo fatto non è risultato statisticamente significativo.


Gli autori sostengono che sia una combinazione di fattori a portare a tassi più elevati di DKA tra i pazienti con diabete di tipo 1 appartenenti a minoranze con COVID-19. “I determinanti sociali della salute, tra cui il livello di reddito, l’istruzione, la discriminazione razziale e l’accesso inadeguato all’assistenza sanitaria, hanno un impatto su queste popolazioni con complicazioni devastanti per il diabete di tipo 1 e COVID-19” concludono gli esperti.


Fonte: The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism

IT-NON-04452-W-04/2023