Diabete di tipo 2 e malattia renale diabetica: assistenza tecnologica

La malattia renale diabetica (DKD) e le sue comorbilità possono essere prevenute trattando bersagli multipli; tant’è che l’assistenza tecnologica basata sul supporto offerto da un team d’intervento con feedback regolari e responsabilizzazione del paziente può migliorare il raggiungimento di obiettivi multipli e risultati clinici nei pazienti con diabete di tipo 2. Tuttavia, gli effetti di questo intervento sui pazienti con DKD non sono chiari.

Perciò l’obiettivo degli esperti è stato quello di valutare l’effetto del portale web JADE (Joint Asia Diabetes Evaluation), dei promemoria degli infermieri e dell’assistenza basata sul team su molteplici fattori di rischio nei pazienti con DKD.

I pazienti arruolati sono stati randomizzati in un rapporto 1:1:1 in ciascun sito alle cure abituali, alle cure potenziate o alle cure potenziate basate sul team. Tutti i pazienti, poi, sono stati sottoposti a una valutazione strutturata guidata dal portale web JADE al basale e al mese 12 e i soggetti nei gruppi di assistenza abituale e di assistenza autorizzata hanno ricevuto un follow-up medico. I pazienti nel gruppo di assistenza autorizzata hanno anche ricevuto un rapporto JADE personalizzato e telefonate da parte del team infermieristico ogni 3 mesi. Inoltre, i pazienti nel gruppo di assistenza autorizzata basato sul team hanno ricevuto ulteriori revisioni faccia a faccia ogni 3 mesi da un team medico-infermiere.

Un totale di 2.393 pazienti è stato randomizzato al gruppo di assistenza abituale (n = 795), al gruppo di assistenza autorizzata (n = 802) e al gruppo di assistenza potenziato basato (n = 796). Al basale, il 34,7% dei pazienti era su 3 target di trattamento. In base all’analisi intention-to-treat, il gruppo di assistenza autorizzata basato sul team ha avuto la percentuale più alta di pazienti che hanno avuto un ulteriore aumento nel raggiungimento di obiettivi di trattamento multipli; gruppo di assistenza autorizzata, 1,3%; gruppo di assistenza autorizzata basato sul team, 9,1%. Rispetto al gruppo che non ha raggiunto obiettivi di trattamento multipli, il gruppo che ha raggiunto obiettivi di trattamento multipli ha riportato una minore incidenza di eventi cardiovascolari, renali e di cancro. L’analisi della popolazione per protocollo ha prodotto risultati simili.

In conclusione, questo studio ha rilevato che l’assistenza di gruppo assistita dalla tecnologia per 12 mesi ha significativamente migliorato il raggiungimento di obiettivi di trattamento multipli e l’empowerment nei pazienti con DKD.

Fonte: Rete JAMA aperta – doi: 10.1001/jamanetworkopen.2022.3862

IT-NON-06742-W-03/2024