Diagnosi linguali come indici di reflusso gastroesofageo

Le diagnosi linguali della medicina tradizionale cinese possono rispecchiare lo status degli organi interni, ma non sono disponibili evidenze sull’accuratezza di questo metodo per il reflusso gastroesofageo

E’ stato condotto uno studio per investigare l’associazione fra reflusso e manifestazioni linguali, con l’obiettivo di accertare se la diagnostica per immagini della lingua possa consentire una diagnosi iniziale di reflusso gastroesofageo.

Sono stati presi in considerazione 67 pazienti con reflusso ed altrettanti soggetti sani di controllo:è emerso che la quantità di saliva, lo spessore del pelo linguale, specialmente nella zona associata a stomaco e milza, erano significativamente maggior nei pazienti con reflusso, ed aumentavano il rischio di reflusso rispettivamente di 3,621 ed 1,019 volte.

Il pelo linguale nella zona correlata a stomaco e milza è anche correlato alla gravità del reflusso. La quantità di saliva ed il pelo linguale dunque potrebbero predire il rischio e la gravità del reflusso gastroesofageo, e potrebbero costituire indicatori non invasivi per il reflusso, ma sono necessarie indagini randomizzate multicentriche su vasta scala per confermare questi risultati.

Fonte: Medicine (Baltimore) 2020

IT-NON-02775-W-09/2022