Differenze di genere nell’ipertensione

L’ipertensione è il principale fattore di rischio per la mortalità e la morbilità globali e rimane la principale causa, prevenibile, delle malattie cardiovascolari.

Le differenze di genere nei fattori di rischio e nella consapevolezza, nel trattamento e nel controllo dell’ipertensione sono state ben stabilite nell’uomo.

Ci sono differenze significative nell’epidemiologia e nelle caratteristiche cliniche dell’ipertensione tra uomini e donne. Inoltre, le differenze di genere sono legate a diversi tipi specifici di ipertensione, tra cui ipertensione post-menopausale, ipertensione da camice bianco, ipertensione mascherata e disturbi ipertensivi in gravidanza.

Le differenze di genere sono state implicate nella prevalenza e nei determinanti dell’ipertensione e della pre-ipertensione, mentre il tasso di controllo è simile tra uomini e donne che assumono farmaci antipertensivi.

È importante poi sottolineare che ruoli distinti dell’enzima di conversione dell’angiotensina 2 / Apelin, ormone sessuale, endotelina-1 e attività nervosa simpatica contribuiscono alle differenze tra i sessi nel controllo della pressione sanguigna.

Fonte: J Cardiovasc Transl Res. 2020

IT-NON-03663-W-01/2023