Disordini procoagulanti nei pazienti con adenocarcinoma pancreatico

Si presume che la coagulopatia oncologica sia parzialmente dovuta alla stimolazione di fattore tissutale (TF), complessi trombina-antitrombina (TAT) e P-selectina solubile (sP-selectina).

E’stato condotto uno studio per valutare il significato clinico di TF, TAT e sP-selectina nei pazienti con tumori pancreatici. Sono stati presi in considerazione 93 soggetti, di cui 73 con adenocarcinomi pancreatici di nuova diagnosi e 20 di controllo.

I livelli plasmatici di TF erano rilevabili in tutti i pazienti, ed erano significativamente più elevati nei pazienti con patologia metastatica che in quelli con tumori allo stadio I-III.

Di contro, soltanto i pazienti con patologia metastatica hanno dimostrato livelli plasmatici di sP-selectina significativamente superiori a quelli dei soggetti di controllo, mentre in questo parametro non c’erano differenze fra i pazienti con tumori metastatici o localizzati.

I disordini della coagulazione sono dunque presenti nella maggior parte dei pazienti con adenocarcinomi pancreatici già all’atto della diagnosi, e riflettono la progressione e la diffusione del tumore. 

Fonte: Medicine (Kaunas) 2020

IT-NON-03572-W-12/2022