Durata del ricovero e impatto sulle infezioni correlate

L’aumento della durata della degenza (LOS) per i pazienti è una misura importante del rischio delle infezioni associate all’assistenza sanitaria (HAI).


I ricercatori hanno quindi voluto stimare l’eccesso del periodo di degenza imputabile alle HAI.


Lo studio – prospettico di un anno – ha valutato l’incidenza delle infezioni nosocomiali osservate in un ospedale universitario e in un ospedale generale dell’NHS scozzese nell’ambito di una ricerca più ampia di Evaluation of Cost of Nosocomial Infection (ECONI). I criteri di inclusione hanno tenuto conto di tutti i pazienti adulti che sono stati ricoverati con almeno una notte di ricovero e le HAI sono state diagnosticate utilizzando le definizioni dei Centri Europei per la prevenzione e il controllo delle malattie. Inoltre, sono stati presi in considerazione anche la natura variabile nel tempo delle HAI e i rischi concomitanti di morte e dimissione.


I risultati ottenuti hanno stimato come 7,8 giorni sia il valore attribuibile alla degenza-in-eccesso. La durata del ricovero mediano per i pazienti con HAI è stata di 30 giorni e per i pazienti non-HAI di 3 giorni. L’impatto maggiore sulla degenza è stato dovuto a casi di polmonite (16,3 giorni), seguiti da infezioni del flusso sanguigno (11,4 giorni) e da infezioni del sito chirurgico (SSI). Si stima che 58.000 giorni di letto siano occupati annualmente a causa di HAI.


In conclusione, lo studio ha messo in evidenza come sia necessario ridurre l’incidenza delle HAI, anche solo del 10%, per rendere disponibili 5800 giorni-letto utilizzabili per trattare quasi 2000 pazienti e ridurre i tempi delle liste di attesa per le cure programmate. Questa ricerca ha importanti implicazioni per le decisioni di investimento negli interventi di prevenzione e controllo delle infezioni a livello locale, nazionale e internazionale.


Fonte: Journal of Hospital Infection

IT-NON-05176-W-07/2023