E-cig e terapia con sostitutivi della nicotina per smettere di fumare: una review australiana

I fumatori che usano sigarette elettroniche con nicotina per smettere di fumare ci riescono meglio di chi usa terapie con sostitutivi della nicotina (NRT), ed entrambi ci riescono meglio di chi usa cure standard o placebo. A evidenziarlo è stato un team di scienziati dell’Università del Queensland, in Australia, guidato da Gary Chan, secondo il quale, però, sono necessari più studi di maggiore qualità per essere certi dell’efficacia delle sigarette elettroniche nella capacità di smettere di fumare. Lo studio è stato pubblicato da Addictive Behaviors.


Per quel che riguarda gli studi clinici sulle sigarette elettroniche, i ricercatori australiani ne hanno inclusi sette, su 5.674 persone, mentre per le terapia con sostitutivi della nicotina, Chan e colleghi hanno analizzato nove trials clinici, su 6.080 persone. Dai risultati della network meta-analisi condotta, è emerso che i partecipanti degli studi che usavano le sigarette elettroniche a base di nicotina per smettere di fumare avevano una maggiore probabilità di riuscirci rispetto ai gruppi di controllo [Rischio Relativo complessivo 2,08; IC 95% = 1,39 – 3,15] e a coloro che facevano uso di terapia a base di sostitutivi della nicotina [Rischio Relativo complessivo 1,49, IC 95% 1,04 – 2,14].


Fonte: Addictive Behaviors

IT-NON-04519-W-04/2023