Effetti della cessazione del fumo sulle terapie parodontali

Pochi studi prospettici hanno sinora riportato gli effetti della terapia parodontale sui pazienti che hanno tentato di smettere di fumare.

È stato dunque condotto uno studio per valutare il modo in cui la cessazione del fumo influenza la terapia parodontale.

Sono stati presi in considerazione 25 fumatori con parodonti, metà dei quali è entrata in un gruppo di supporto per la cessazione del fumo ricevendo consulenze e terapie sostitutive della nicotina, seguite da un trattamento parodontale praticato da odontoiatri che hanno completato un corso sulla cessazione del fumo.

La maggior parte dei parametri clinici è migliorata per i pazienti del gruppo di supporto, mentre negli altri non sono stati registrati miglioramenti significativi nel sanguinamento al sondaggio (BOP) o nel numero di siti di grave patologia parodontale.

La profondità della tasca di sondaggio (PPD) ed i livelli di adesione clinica (CAL) a livello dei siti che hanno ricevuto curettage e levigatura radicolare (SRP) sono significativamente migliorati in tutti i pazienti.

La BOP non è migliorata all’atto della rivalutazione nel sottogruppo che ha ripreso a fumare dopo aver smesso.

I pazienti nel gruppo di supporto condotto da odontoiatri hanno dimostrato un maggior miglioramento nella BOP rispetto a quelli che hanno continuato a fumare.

Fonte: J Oral Sci online 2020

IT-NON-03539-W-12/2022