Emorragie intracerebrali, funzionalità coagulazione e microemorragie

E’ stato condotto uno studio con lo scopo di confermare la possibilità che la funzionalità della coagulazione dei pazienti che si presentano con emorragia intracerebrale sia associata alla comparsa di microemorragie cerebrali (CMB).

In base a quanto osservato su 174 pazienti, l’analisi univariata ha dimostrato che i livelli di aPTT risultano significativamente maggiori nei pazienti con CMB che in quelli senza CMB, mentre non si riscontra alcuna differenza significativa in termini di PT, INR, e FBI.

La proporzione di pazienti di sesso maschile nei soggetti con CMB risulta significativamente maggiore rispetto a quella riscontrata nei pazienti senza CMB.

L’analisi della regressione logistica multifattoriale ha dimostrato che aPTT e sesso maschile sono fattori di rischio indipendenti di CMB nei pazienti con emorragie intracerebrali, e questi fattori risultano prognosticamente significativi.

L’aPTT in particolare deve quindi essere considerata un fattore di rischio indipendente di CMB nei pazienti con emorragie intracerebrali. 

Fonte: Brain Behav 2020