Endodonzia guidata: accuratezza della cavità e discriminazione di accesso al canale

Sebbene la tecnica di endodonzia guidata sia stata introdotta da anni e sia molto utilizzata, l’accuratezza nei diversi tipi di denti deve ancora essere valutata. Lo scopo di questo studio, quindi, è stato quello di valutare l’accuratezza delle guide endodontiche stampate in tre dimensioni (3D) per la preparazione della cavità di accesso in diversi tipi di denti e valutarne la capacità predittiva della deviazione angolare e lineare sull’accessibilità del canale.


Sono stati perciò estratti 84 denti umani, sono stati montati in 6 modelli di mascella e classificati in tre gruppi: denti anteriori (AT), premolari (P) e molari (M). Attraverso la tomografia computerizzata cone beam (CBCT) preoperatoria e le scansioni della superficie è stato possibile eseguire la pianificazione della cavità di accesso virtuale, resa 3D grazie ad una stampante.


Poi, le deviazioni lineari coronali, apicali e le deviazioni angolari sono state misurate e valutate con statistiche non parametriche; mentre la curva della caratteristica operativa del ricevitore (ROC) è stata utilizzata per valutare la capacità predittiva della deviazione angolare e lineare per l’accessibilità del canale.


Sono state create un totale di 117 cavità di accesso guidato e 23 di esse sono state registrate come inaccessibilità del canale, nonostante tutti i canali fossero accessibili dopo la negoziazione.


Statisticamente, le deviazioni lineari dei gruppi AT e P in posizione coronale sono risultate significativamente inferiori alla deviazione del gruppo M, ma non è stata individuata nessuna differenza evidente tra il gruppo AT e il gruppo P. Gli stessi risultati sono stati poi trovati nella deviazione lineare in posizione apicale e nella deviazione angolare. Inoltre, la significatività statistica è stata rilevata nella deviazione lineare in posizione apicale e nella deviazione angolare.


In conclusione, questo studio ha dimostrato come l’accuratezza della preparazione della cavità di accesso con guide endodontiche stampate in 3D si sia dimostrata accettabile. Le deviazioni lineari e angolari nel gruppo M erano significativamente più alte di quelle negli altri gruppi, caratteristica che potrebbe essere dovuta all’interferenza dei denti opposti. La deviazione angolare, tuttavia, ha discriminato al meglio la capacità di accesso al canale della preparazione della cavità di accesso guidato.


Fonte: BMC Oral Health