Endometriosi: chirurgia laparoscopica migliora la dispareunia profonda

Secondo uno studio pubblicato da PLoS One, la chirurgia laparoscopica dell’endometriosi fornisce un miglioramento significativo della dispareunia profonda, ma le pazienti devono essere avvisate della possibilità di risultati insoddisfacenti.


“Volevamo valutare i cambiamenti individuali della dispareunia profonda sei mesi dopo l’escissione laparoscopica completa dell’endometriosi con risparmio di nervi, con o senza assistenza robotica” spiega Claudio Peixoto Crispi Jr, del Crispi Institute of Minimally Invasive Surgery, Rio de Janeiro, Brasile, primo autore dello studio.


I ricercatori hanno arruolato 126 donne consecutive che hanno subito un intervento chirurgico tra gennaio 2018 e settembre 2019 presso un centro privato specializzato. Dati demografici, anamnesi e chirurgici sono stati registrati sistematicamente, per valutare la dispareunia profonda come esito primario, e dismenorrea e dolore pelvico come secondario.


Ebbene, la dispareunia profonda pre-operatoria ha mostrato una debole correlazione con la dismenorrea e il dolore pelvico.


Sebbene la dispareunia profonda sia migliorata in modo significativo di tre punti o più nel 75,8% dei casi e sia scomparsa totalmente nel 59,7% dei casi, l’analisi individuale ha identificato diversi modelli di risposta.


La probabilità di un peggioramento di più di due punti della dispareunia profonda pre-operatoria moderata o grave è stata del 4,8% e la probabilità che una donna senza dispareunia profonda sviluppasse una dispareunia “de novo” moderata o grave è stata del 7,7% e 5,8%, rispettivamente.


In un’analisi qualitativa, sono state ipotizzate diverse condizioni che potevano influenzare la risposta post-operatoria della dispareunia profonda; questi includevano adenomiosi, disturbi della salute mentale, mancanza di terapia ormonale dopo l’intervento chirurgico, colporrafia, escissione del nodulo nel compartimento ENZIAN B (legamento uterosacrale / parametroum), nel setto rettovaginale o nella regione retrocervicale.


Fonte: PLoS One

IT-NON-04553-W-04/2023