Fattore di trascrizione RUNX 1 nella leucemia mieloide acuta

Il fattore di trascrizione RUNX1 svolge un ruolo chiave nel mantenimento delle cellule staminali (LSC) della leucemia mieloide acuta (AML). È quanto emerge da uno studio condotto da un team della Icahn School of Medicine presso il Mount Sinai di New York, guidato da Eirini Papapetrou.

Papapetrou e colleghi hanno riscontrato che le cellule della leucemia ricavate dalla differenziazione in vitro di cellule staminali pluripotenti indotte (iPSC) di un paziente con AML sono organizzate gerarchicamente e contengono cellule con caratteristiche peculiari di quelle staminali della leucemia.

Da queste cellule staminali il team ha identificato una serie di 16 geni che si correlavano alla sopravvivenza dei pazienti con AML. All’interno di questa serie, RUNX1 era tra i fattori di trascrizione più arricchiti.

Nei campioni di AML primaria rappresentativi di tutti i gruppi genetici di AML comuni, il silenziamento di RUNX1 ha ridotto la sopravvivenza delle cellule e la formazione di colonie nella maggior parte dei campioni, suggerendo un ruolo per RUNX1 nel mantenimento delle cellule staminali della AML primaria in diversi gruppi genetici.

Il team ha ulteriormente identificato 20 geni attivati e 47 geni repressi da RUNX1, una firma genetica che era significativamente arricchita nelle frazioni cellulari LSC+ dei pazienti con AML e si correlava negativamente alla sopravvivenza.

Fonte: Cell Reports

IT-NON-02399-W-06/2022