Gengivite: dentifricio al fluoro stannoso vs dentifricio al sodio monofluorofosfato

La gengivite indotta dalla placca, se non trattata tempestivamente, può progredire verso una parodontite irreversibile, ma questo pericoloso decorso può essere controllato da un efficace regime di igiene orale, come quello che include lo spazzolamento dei denti con un dentifricio ricco di fluoruro stannoso. Alcuni studi a lungo termine (4-12 settimane) hanno dimostrato l’efficacia di questa tipologia di dentifricio; tuttavia, sono necessari studi a più breve termine per esaminare se gli effetti sulle misure di gengivite e sul controllo della placca si verificano prima.


Questa ricerca, quindi, ha voluto testare e comparare l’efficacia anti-gengivite di un dentifricio al fluoro stannoso non acquoso (utilizzato come “test”) rispetto ad un dentifricio al sodio monofluorofosfato (utilizzato come “controllo”). Lo studio è stato effettuato su un campione di pazienti affetti da gengivite lieve-moderata confermata clinicamente.


Ai partecipanti idonei è stato chiesto di spazzolarsi i denti 2 volte al giorno (per 1 minuto) per 3 settimane con i dentifrici Test o Controllo assegnati in maniera casuale. È stata poi registrata la variabile primaria di efficacia del trattamento rispetto l’indice di sanguinamento (BI) a 3 settimane, mentre le variabili secondarie erano le differenze tra i trattamenti nel numero di siti di sanguinamento, l’indice gengivale modificato (MGI) e la modifica Turesky dell’indice di placca Quigley-Hein (TPI) alle settimane 2 e 3.


I dati ottenuti hanno evidenziato come il gruppo-test abbia ottenuto un punteggio BI statistico significativamente più basso dopo 2 e 3 settimane di trattamento. Lo stesso gruppo ha anche presentato un punteggio migliore rispetto al gruppo-controllo relativamente a: numero significativo di siti di sanguinamento, punteggio MGI, punteggio complessivo TPI e punteggio TPI interprossimale.


In conclusione, tre settimane di spazzolamento due volte al giorno con il dentifricio Test al fluoruro stannoso rispetto al dentifricio di controllo ha dimostrato una riduzione statisticamente significativa del sanguinamento gengivale, dell’infiammazione gengivale e dei livelli di placca negli adulti con gengivite lieve-moderata. Questi risultati hanno evidenziato come i benefici siano già ampiamente visibili dopo sole 2 settimane di utilizzo del dentifricio al fluoro stannoso.


Fonte:  BMC Oral Health