Grassi e zuccheri potrebbero favorire l’acne

Uno studio francese che ha coinvolto 24.452 persone, ha valutato l’associazione tra comportamento dietetico e acne presente negli adulti.

L’acne è una malattia infiammatoria cronica e multifattoriale. L’associazione tra il consumo di prodotti lattiero-caseari e cibi grassi e zuccherini e l’insorgenza e la progressione dell’acne rimane poco chiara.

Lo studio trasversale, che è stato condotto nell’ambito di NutriNet-Santé, un lavoro di coorte basato sul web e osservazionale, è stato condotto dal 14 novembre 2018 fino all’8 luglio 2019. Ai partecipanti è stato chiesto di compilare un questionario online per classificare il proprio stato di acne: mai avuta, avuta in passato o presente al momento della compilazione.

Sono state studiate le associazioni tra comportamento dietetico (assunzione di cibo, di nutrienti e schema dietetico derivato da un’analisi dei componenti principali) e acne attuale o passata, adeguandola alle potenziali variabili confondenti (età, sesso, attività fisica, stato di fumo, livello di istruzione, apporto energetico giornaliero, numero di registrazioni dietetiche completate e sintomi depressivi).

L’età media dei partecipanti è stata di 57 anni e il 75% era donna (18.327 persone). Di questi, 11.324 individui (il 46%) hanno riportato acne passata o attuale. Dopo l’aggiustamento, si è registrata una significativa associazione tra l’acne presente e il consumo di prodotti grassi e zuccherini, bevande zuccherate e latte.

Sono necessari ulteriori studi su larga scala per studiare più da vicino le associazioni tra dieta e acne adulta.

Fonte: Jama Dermatology