I cambiamenti genici potrebbero spiegare i sintomi del Covid-19 long haul

I risultati di un nuovo studio sulle cellule suggeriscono che la proteina spike del Sars-CoV-2 può portare a cambiamenti di espressione genica a lungo termine. I risultati potrebbero aiutare a spiegare perché alcuni pazienti Covid-19 – indicati come Covid long haul – sperimentano sintomi come mancanza di respiro e vertigini molto tempo dopo aver eliminato l’infezione.


Il Sars-CoV-2 è coperto da piccole proteine spike. Durante l’infezione, le proteine spike si legano con i recettori sulle cellule del nostro corpo, avviando un processo che permette al virus di rilasciare il suo materiale genetico all’interno della cellula sana.


I ricercatori hanno scoperto che l’esposizione alla proteina spike della Sars-CoV-2 era sufficiente a cambiare l’espressione genica di base nelle cellule delle vie respiratorie. Questo suggerisce che i sintomi visti nei pazienti possono inizialmente derivare dalla proteina spike che interagisce direttamente con le cellule.


I risultati della ricerca sono stati presentati al meeting annuale dell’American Society for Biochemistry and Molecular Biology, durante la riunione virtuale Experimental Biology 2021.


Il lavoro aiuta a chiarire i cambiamenti che avvengono nei pazienti a livello genetico, il che potrebbe eventualmente fornire informazioni su quali trattamenti potrebbero funzionare meglio per pazienti specifici.


Fonte: Experimental Biology 2021

IT-NON-04696-W-05/2023