I decessi per coronavirus superano quelli per Sars

Sabato 8 febbraio i decessi per coronavirus in Cina hanno raggiunto quota 811 – secondo i dati diffusi dalla National Health Commission – superando quelli dell’epidemia di SARS del 2002-2003.

Sempre nella giornata di sabato, inoltre, le morti hanno raggiunto un nuovo record giornaliero: 89 persone. 

La SARS, la sindrome respiratoria acuta grave, aveva mietuto complessivamente 774 vittime.

Delle morti per coronavirus, 81 sono avvenute nella provincia cinese di Hubei, dove il virus ha infettato la maggior parte delle persone.

Con 2.656 nuove infezioni, l’8 febbraio si è anche registrato il primo calo: solo 3.000 i casi nella prima settimana di febbraio. Di queste, 2.147 si sono verificati nella provincia di Hubei.

Joseph Eisenberg, professore di epidemiologia presso la School of Public Health dell’Università del Michigan, ha dichiarato che è troppo presto per dire se l’epidemia stia raggiungendo il picco: “Possiamo effettuare valutazioni solo sui casi dichiarati, ma non sappiamo cosa stia succedendo con quelli non segnalati – ha affermato l’esperto – Questo è soprattutto un problema in alcune delle aree più rurali”.

Il totale dei casi confermati di coronavirus in Cina ammonta a 37.198 casi, secondo quanto hanno mostrato i dati della commissione.

Fonte: Reuters Health News